coniglio obeso

L’obesità nei conigli pet è un problema piuttosto comune, in genere causato da una dieta errata e da una scarsa attività fisica. In particolare, un eccesso di carboidrati (provenienti da mangimi, frutta, carote) può favorire l’accumulo di grasso. Al contrario, non sono state descritte patologie metaboliche od ormonali specifiche che possano provocare obesità nei conigli.

Le conseguenze dell’obesità

L’obesità non è un problema estetico (al contrario, un coniglio paffutello può sembrare più carino). Si tratta invece di una condizione medica che può predisporlo a una serie di condizioni negative, tra cui:

  • Lipidosi epatica: una condizione potenzialmente letale che può svilupparsi in seguito a un digiuno anche di pochi giorni.
  • Dermatite perineale e della gola: infiammazioni della pelle causate dall’impossibilità per il coniglio di raggiungere e pulire adeguatamente queste parti del corpo.
  • Infestazioni parassitarie: i conigli obesi hanno una maggiore incidenza di parassitosi, soprattutto da Cheyletiella (un genere di acari).
  • Miasi della zona perineale: calde una grave infestazione da mosche che può svilupparsi durante le stagioni se la zona perineale non è tenuta pulita.
  • Pododermatite: un’infiammazione della parte inferiore delle zampe, spesso causata da superfici dure o sporche.
  • Patologie cardiache e renali: l’obesità può mettere sotto stress questi organi vitali.
  • Artrosi: l’eccesso di peso può causare usura e infiammazione delle articolazioni.
  • Ipertensione: come negli umani, l’obesità può portare a pressione alta nei conigli.
  • Minor aspettativa di vita: i conigli obesi tendono a vivere meno di quelli di peso normale.
  • Maggior rischio anestesiologico: l’obesità può complicare l’anestesia, ad esempio durante interventi chirurgici.

Come affrontare l’obesità nel coniglio

La riduzione di peso si ottiene principalmente attraverso due metodi: modificando la dieta e incoraggiando l’attività fisica, proprio come nelle persone. Per prima cosa, però, il coniglio obeso va fatto visitare da un veterinario per valutare lo stato di salute, stabilire il peso iniziale e determinare il peso ideale e quindi gli obiettivi da raggiungere.

Dieta

La dieta del coniglio dovrebbe essere composta principalmente da fieno di graminacee, disponibile ad libitum. Il fieno è l’alimento principale del coniglio e non deve mai mancare; deve essere sempre pulito, perché i conigli non consumano il fieno sporco di feci e urine. Se possibile, si possono somministrare anche erba fresca o verdure. Nei conigli che non sono abituati a consumare vegetali freschi, la loro somministrazione deve essere graduale. Alimenti che possono favorire l’obesità, come mangimi, pellet, frutta e carote, dovrebbero essere eliminati completamente dalla dieta e la loro eliminazione deve essere immediata.

Se non si riesce ad ottenere una significativa perdita di peso anche con queste modifiche, si può considerare di lasciare a disposizione del coniglio solo il fieno.

Attività fisica

L’attività fisica dovrebbe essere incoraggiata il più possibile. Questo può includere l’eliminazione del confinamento in gabbia e la distribuzione del cibo in più punti della casa, per incoraggiare il coniglio a muoversi.

Se non si osserva un miglioramento, è importante valutare se esistono condizioni che limitano la capacità dell’animale di fare esercizio, come artrosi, lesioni spinali, pododermatite o patologie toraciche. In questi casi, un esame radiografico può aiutare a identificare il problema.

Cura e prevenzione

La zona perineale del coniglio va tenuta molto pulita per evitare che il contatto con feci e urine possa causare problemi di dermatite. Questa zona può essere rasata regolarmente per facilitare la pulizia. Poiché il coniglio ha una pelle molto delicata, per evitare di lesionarla si può chiedere al veterinario di rasare periodicamente il perineo.

È importante comprendere l’impatto negativo dell’obesità sulla salute e la longevità del coniglio e comprendere che evitare di somministrare alimenti graditi ma dannosi non è una cattiveria ma il modo di proteggere la sua salute. È anche importante evitare in modo assoluto il digiuno, in quanto potrebbe facilmente indurre una lipidosi epatica, una condizione rapidamente fatale.

Una pesatura regolare, condotta ogni settimana, è un metodo eccellente per valutare i progressi della dieta e per monitorare la salute generale del coniglio. I valori del peso vanno riportati in un diario, in modo da monitorare i progressi. Ogni coniglio ha una diversa struttura corporea e una diversa taglia, per cui non si può stabilire un peso ideale valido per tutti (fanno eccezione i conigli di razza pura, per i quali lo standard di razza stabilisce il peso ideale).

In caso di dubbi o difficoltà non si deve aver scrupoli a contattare il veterinario di fiducia.

pesare coniglio