Castelfranco V.to 0423-722094 | Casella d'Asolo 0423-950113

Mauremys (Chinemys) reevesii – Tartaruga cinese palustre tricarinata

Mauremys reevesii 

 

Classificazione

Sottordine Cryptodira
Ordine Testudines
Famiglia Geoemydidae

In precedenza era classificata nel genere Chinemys. Non sono riconosciute sottospecie, anche se esistono variazioni di dimensioni nelle diverse popolazioni.

 

Origine e habitat naturale

Mauremys reevesii è originaria di Cina centro-orientale, Corea, Giappone meridionale e Taiwan. E’ stata introdotta in Canada meridionale e Stati Uniti, dove si sono stabilite delle popolazioni selvatiche.

E’ acquatica e occupa stagni, paludi, acquitrini e talvolta fiumi. Ama esporsi al sole. La dieta consiste di pesci, rane, insetti, piante acquatiche e frutta.

 

Descrizione

La lunghezza è di circa 26 cm. Il carapace è ovale e allungato, leggermente arcuato, con tre carene longitudinali (da cui il nome comune); le carene laterali sono più pronunciate nei soggetti giovani. Il colore del carapace varia da marrone chiaro a marrone scuro, più scuro lungo le carene, e talvolta le suture sono più chiare. Il piastrone può essere marrone scuro o nero, oppure essere giallo con macchie marroni che possono formare strie radiali.

La testa ha delle strie gialle laterali; le zampe e la coda sono marroni. Sono presenti forme di melanismo (pigmentazione scura), rare nelle femmine ma comuni nei maschi anziani.

Mauremys reevesii 

Carapace di neonato

Mauremys reevesii 

Piastrone di neonato

Piastrone di neonato

Carapace di adulto

Piastrone di adulto

Piastrone di neonato

Testa di adulto

Piastrone di neonato

Differenza di dimensioni e colori di un maschio adulto (sopra) e di una femmina

 

 Dimorfismo sessuale

I maschi sono più piccoli e hanno la coda più larga e più lunga, con l’apertura cloacale più distale. Il piastrone nel maschio è leggermente concavo, mentre è piatto nella femmina.

 

Mantenimento in cattività

Essendo presenti in commercio animali di allevamento che si adattano piuttosto bene alla cattività, è sconsigliato l’acquisto di soggetti di cattura, difficili da ambientare.

Nell’allevamento di Mauremys reevesii va tenuto presente che è di abitudini semi-acquatiche e ama esporsi al sole. I piccoli sono quasi esclusivamente acquatici, e con l’età acquisiscono abitudini più terrestri.

I soggetti giovani possono essere tenuti in un acquario con l’acqua bassa (5 cm) e una zona asciutta riscaldata; l’igiene dell’acqua va curata particolarmente, perché essendo poco profonda non permette l’utilizzo di filtri. A mano a mano la tartaruga cresce, la profondità dell’acqua e le dimensioni dell’acquario vanno aumentate proporzionalmente.

Deve essere presente una parte asciutta, facilmente raggiungibile con una rampa, riscaldata con una lampadina che crei un punto caldo di circa 32°C, mentre la temperatura ideale dell’acqua è di 20-21°C. Accanto alla lampadina deve essere collocata una lampada UVB.

Nella bella stagione può anche essere mantenuta all’aperto in un laghetto, come Trachemys scripta.

 

Alimentazione

I piccoli di Mauremys reevesii possono essere alimentati con insetti, vermi, pesciolini ma anche vegetali a foglia come radicchio, tarassaco e insalata. Si possono somministrare anche alimenti confezionati per trote o per tartarughe acquatiche. Con la crescita la percentuale di vegetali che viene consumata aumenta, e va ridotta la quota di alimenti di origine animale da non somministrare più di 1-2 volte alla settimana negli adulti. La dieta va integrata con calcio.

 

Legislazione

Mauremys reevesii è di libera vendita. Non è inserita in CITES, ma il Libro Rosso IUCN la classifica a rischio di estinzione (EN). In Cina la popolazione locale ha subito una drastica riduzione a causa della cattura a scopo alimentare.