Il tricofollicoloma è il tumore cutaneo più comune nelle cavie. Si tratta di una neoplasia benigna derivata da cellule cutanee che appare come un nodulo cutaneo arrotondato e sodo, frequentemente nella regione lombosacrale. Compare nella maggior parte dei casi nelle cavie di più di 3 anni di età, ma sono segnalati casi di tricofollicoloma in animali di appena un anno. Nei maschi l’incidenza è doppia rispetto alle femmine.

Questo tumore si localizza in prevalenza nel tessuto sottocutaneo della regione lombare o sacrale, ma può comparire in ogni altra parte del corpo. È a crescita lenta ma può raggiungere dimensioni notevoli, fino a 7 cm. Ha l’aspetto di una massa ovoidale, sporgente, spesso con un poro centrale, ripiena di materiale caseoso grigiastro che può essere spremuto.

tricofollicoloma cavia

Tricofollicoloma: si nota un nodulo con un’apertura, pieno di sebo

tricofollicoloma cavia

Tricofollicolma di grandi dimensioni sulla parte posteriore del corpo

Sebbene sia una lesione benigna, il fatto che tenda a raggiungere dimensioni notevoli può essere un grave problema per la cavia. Pertanto, è consigliabile asportarla quando le sue dimensioni sono ancora contenute. Più la massa è grande, più lungo è l’intervento e più difficile risulta poi chiudere la ferita chirurgica, con il rischio che i punti di sutura si aprano.

In rari casi, nella stessa regione si possono sviluppare tumori maligni che possono essere scambiati per tricofollicolomi. L’esame citologico effettuato prima dell’asportazione è utile a identificare il tipo di lesione.