Castelfranco V.to 0423-722094 | Casella d'Asolo 0423-950113

Necturus maculosus – Cane d’acqua

necturus_maculosusOrdine: Caudata
Famiglia: Proteidae

Origine e habitat naturale: si trova nel Canada meridionale e nella parte nordorientale degli Stati Uniti. Occupa ambienti acquatici come laghi, stagni e fiumi.

Si tratta di una specie neotenica, vale a dire che non compie la metamorfosi e mantiene tutta la vita la struttura larvale, come si può notare osservando le vistose branchie piumate con cui respira; le branchie sono tanto più sviluppate quanto minore è la concentrazione di ossigeno dell’acqua. Raggiunge una lunghezza di circa 35 cm. Le zampe sono piccole ma funzionali e servono a camminare sui fondali; ciascun arto possiede quattro dita. La lunga coda, compressa lateralmente, serve al nuoto. Possiede due file di denti che utilizza per trattenere le prede, con cui può infliggere morsi dolorosi. La colorazione è scura, da marrone a nera, con il ventre più chiaro, ma esistono soggetti albini. È un animale notturno; durante il giorno resta nascosto sotto rocce o legni. È in grado di emettere un richiamo simile al latrato di un cucciolo, da cui deriva il nome comune.

Questa salamandra è completamente acquatica e richiede acque relativamente fredde e ricche di ossigeno, con una moderata corrente. L’ambiente ideale è quindi un acquario non riscaldato; le dimensioni minime per un soggetto sono di 75 x 30 x 30 cm. La temperatura ideale dell’acqua è di 16°C; d’inverno sopporta bene temperature inferiori, fino a 5°C. La temperatura non deve mai essere superiore a 22°C per periodi prolungati; oltre i 25°C può morire.

È un anfibio territoriale e la presenza di cospecifici richiede vasche molto grandi ricche di nascondigli, ma è preferibile alloggiarlo singolarmente. Sul fondo si può mettere sabbia o ghiaia fine. È necessario predisporre vari nascondigli subacquei tramite rocce, cortecce e legni, sistemati in modo che non possano cadere schiacciando l’animale. È necessario un buon sistema di filtrazione e la presenza di una moderata corrente non disturba l’animale. La vasca deve avere un coperchio, preferibilmente con una griglia per favorire l’evaporazione e quindi il raffreddamento dell’acqua.

La dieta in natura si basa su una varietà di prede come insetti, lombrichi, molluschi e altri invertebrati, piccoli pesci e anfibi. Può essere alimentato con pesciolini, lombrichi, larve di insetti acquatici, lumache.

La riproduzione in cattività è molto difficile. Si può tentare di mantenere la temperatura dell’acqua a 15°C dall’autunno alla primavera, riducendo nel contempo il fotoperiodo. N. maculosus raggiunge la maturità sessuale a 5-6 anni di età, quando ha raggiunto la lunghezza di 20 cm. L’accoppiamento (che si svolge in autunno) è particolare, perché pur essendo la riproduzione a fecondazione interna, non prevede il contatto diretto tra maschio e femmina. Dopo il corteggiamento il maschio depone sul fondo una cosiddetta spermatofora, un pacchetto di sperma; successivamente la femmina la raccoglie con la cloaca conservandola al suo interno. L’ovulazione avviene in primavera e le uova fecondate (in media 60-100) vengono deposte in un luogo protetto, sotto rocce o legni; la madre sorveglia le uova fino alla schiusa, 40-60 giorni dopo. I piccoli alla nascita sono lunghi circa 2,5 cm.

 N. maculosus non è elencato in CITES ed è quindi di libera vendita.

necturus_maculosus1