Castelfranco V.to 0423-722094 | Casella d'Asolo 0423-950113

Specie esotiche invasive

specie invasive

Alcune specie di animali e di piante introdotte in Italia (e in altri Paesi) si sono insediate in natura in modo più o meno diffuso rappresentando un pericolo per l’ambiente (fauna e flora). Per tutelare le specie autoctone è stato emesso un regolamento per gestire questo problema, proibendo l’introduzione, il possesso e la liberazione di queste specie.

Il 14 febbraio 2018 è entrato in vigore un decreto legislativo che stabilisce le norme che riguardano il controllo delle specie invasive. Per chi detiene questi animali senza aver fatto regolare denuncia di possesso entro i termini (13 agosto 2018) sono previste sanzioni amministrative e, nei casi più gravi, penali.

Per quanto riguarda le specie di animali in Italia quelli tenuti come pet elencati tra le specie invasive sono i seguenti:

Chi già possiede animali di queste specie può continuare a detenerli, a condizione che ne denunci il possesso al Ministero dell’Ambiente e che garantisca di custodirli per tutta la loro vita, evitando la fuga, la riproduzione, la cessione e la liberazione in natura.

La denuncia di possesso è gratuita e deve avvenire inviando l’apposito modulo di denuncia (o di tutte le informazioni in esso contenute) tramite PEC (all’indirizzo: pnm-II@pec.minambiente.it), raccomandata con ricevuta di ritorno (all’indirizzo: Ministero dell’Ambiente, Direzione Protezione Natura, Divisione II, Via Cristoforo Colombo n. 44  – 00147 – Roma), oppure fax (al numero: 06-57223468). La ricevuta di PEC, fax o raccomandata accerterà l’avvenuta denuncia.

Alla denuncia di possesso deve essere allegata una copia del documento di identità.

 Maggiori informazioni si possono trovare sul sito http://www.specieinvasive.it in cui vi è la lista completa delle specie invasive con relative schede: http://www.specieinvasive.it/index.php/it/specie-di-rilevanza-unionale/specie-di-rilevanza-unionale-2