Castelfranco V.to 0423-722094 | Casella d'Asolo 0423-950113

Visite

Le visite per cani e gatti si ricevono anche senza appuntamento, tuttavia è preferibile, per motivi di organizzazione, telefonare in anticipo per concordare l’ora.
Le visite per appuntamento hanno la precedenza. Si prega di rispettare l’ora concordata per non fare aspettare inutilmente i clienti successivi, e di avvisare in caso di ritardo.

Conigli, furetti, roditori e animali esotici si ricevono solo per appuntamento, tranne in caso di emergenza.
Il servizio di reperibilità urgente è riservato ai signori clienti

Non si forniscono, in nessun caso, consulti telefonici o per e-mail: per qualunque problema è necessaria la visita. Solo tramite la visita, ed eventuali esami, è possibile eseguire una diagnosi, e quindi impostare una terapia corretta.

 

Come portare l’animale in visita

Cani

VISITE2

  • Ricordare di portare il libretto vaccinale.
  • Tenere sempre il cane al guinzaglio.
  • I cani aggressivi devono essere muniti di museruola.
  • Se sono richiesti esami del sangue o se deve essere eseguita un’anestesia, tenere il cane a digiuno dalla mezzanotte, ma lasciargli a disposizione l’acqua.
  • In caso di disturbi intestinali, portare un campione di feci recente.
  • Portare sempre eventuali referti precedenti.
  • In caso di problemi cutanei, evitare di lavare il cane prima della visita.
  • Se si tratta della prima visita, annotare le marche di alimento che vengono solitamente somministrate.

GattiVISITE3

  • Ricordare di portare il libretto vaccinale.
  • I gatti devono rigorosamente essere tenuti all’interno del trasportino. Se tenuti liberi possono scappare, spaventarsi o interagire negativamente con gli altri animali in sala d’attesa.
  • Se sono richiesti esami del sangue o se deve essere eseguita un’anestesia, tenere il gatto a digiuno dalla mezzanotte, ma lasciargli a disposizione l’acqua.
  • In caso di disturbi intestinali, portare un campione di feci recente.
  • Portare sempre eventuali referti precedenti.
  • Se si tratta della prima visita, annotare le marche degli alimenti che vengono solitamente somministrate.

 

 Altri animaliVISITE4

  • Prima della visita prendere sempre appuntamento telefonico.
  • In caso di emergenze, se possibile telefonate per avvertire che state arrivando.
  • Portare sempre eventuali referti precedenti.
  • Durante la prima visita portare sempre le scatole degli alimenti confezionati, per valutarne l’idoneità.

Furetti e moffetteVISITE5

  • Portare il libretto vaccinale.
  • Utilizzare i piccoli trasportini specifici o quelli per gatti. I furetti gradiscono la presenza di un piccolo pezzo pile, amaca o altro, che gli consenta il rifugio ed il ricordo dell’ambiente domestico.
  • Non lasciare acqua all’interno (se il viaggio è lungo fare una sosta).
  • Portare con sé del cibo abituale.
  • In caso di esami del sangue o anestesia è sufficiente un digiuno di 4-6 ore.

Coniglivisite6

  • Portare libretto vaccinale.
  • Portarli possibilmente con poca lettiera (preferibilmente di pellet di carta riciclata o di segatura aggiunta la sera prima).
  • Portare gabbie non troppo grandi, meglio un trasportino per gatti in plastica con un grosso asciugamano ripiegato sul fondo per evitare che l’animale scivoli e si spaventi.
  • Togliere i contenitori dell’acqua durante il viaggio.
  • Non tenere mai il coniglio a digiuno, anche in caso siano previsti esami o anestesie.
  • Se è previsto il ricovero, portare una dose giornaliera di alimento.

Piccoli roditori (cavie, cincillà, criceti, gerbilli, topi, ratti, scoiattoli)VISITE8

  • Utilizzare trasportini o scatole di piccole dimensioni rapportate alla taglia dell’animale.
  • Assicurarsi che la chiusura sia sicura e non permetta la fuga accidentale dell’animale.
  • Togliere l’acqua.
  • Gli scoiattoli se non si riesce a trasferirli nei trasportini, possono essere lasciati nella loro gabbia originale togliendo la maggior parte dei trespoli e degli arredi e i contenitori dell’acqua.

Cani della prateria e citelli

  • Si possono impiegare trasportini per gatti coperti con teli scuri o piccoli trasportini di plastica (tipo fauna box).
  • Togliere l’acqua.
  • Lasciare come lettiera poca paglia, fieno o pellet di carta riciclata.

Uccelli di piccola tagliaVISITE7

  •  In base alla specie ricordare se ne sono in possesso di portare il CITES.
  •  Togliere l’acqua dai beverini.
  •  Se la gabbia è trasportabile portarla così com’è, in caso contrario vanno trasferiti in una gabbia di dimensioni inferiori.
  •  Non trasportarli dentro una scatola: prima della visita devono poter essere osservati dentro la gabbia.
  •  La sera prima porre sul fondo della gabbia del materiale non assorbente (es. carta stagnola) per osservare le deiezioni.
  •  Coprire la gabbia con un telo scuro in modo da non stressare i soggetti ed evitare loro colpi d’aria.

Uccelli di grossa tagliavisite8

  • In base alla specie ricordare se ne sono in possesso di portare il CITES.
  • Portarli all’interno di un trasportino per gatti meglio se di plastica e con all’interno un trespolo orizzontale in legno sufficientemente grande per una corretta presa.
  • Non lasciare contenitori per l’acqua.
  • Portare un asciugamano di dimensioni adeguate per poterli prendere.
  • Per nessun motivo portarli liberi sulla spalla o sulla mano, poiché anche se pacifici, potrebbero volare, saltare, spaventarsi o interagire negativamente con altri animali o con persone in sala d’attesa.

 Tartarughe d’acquaVISITE9

  • In base alla specie ricordare se ne sono in possesso di portare il CITES.
  • Porle in un fauna-box di dimensione adeguata ponendo sul fondo un asciugamano umido.
  • Non è necessario portarle immerse nell’acqua (respirano aria!).
  • In inverno mantenerle al caldo: mettere il contenitore in una borsa per attività sportive introducendo nel reparto inferiore due bottiglie di plastica contenenti acqua calda.
  • Chiudere bene la cerniera, non soffocheranno.

Tartarughe terrestriVISITE10

  • In base alla specie ricordare se ne sono in possesso di portare il CITES.
  • Una semplice scatola di cartone può anche essere sufficiente. Ricordarsi il trasporto al caldo (vedi sopra) in inverno.
  • I soggetti di grossa taglia possono essere messi in un contenitore di polistirolo, che le isola dal freddo.
  • Portare, se possibile, un campione di feci recente.

 Sauri (lucertole, gechi, iguane, ecc.)visite12

  • In base alla specie ricordare se ne sono in possesso di portare il CITES.
  • Per animali di piccole dimensioni, portarli all’interno di un fauna box.
  • Mettere quest’ultimo in una borsa robusta.
  • In inverno aggiungere una bottiglia di plastica con acqua calda ben chiusa, fissata in modo che non rotili e non schiacci il serpente.
  • Per i soggetti di taglia grande (iguane adulte, tegu, ecc) il trasporto deve avvenire all’interno di grosse borse per attività sportive, anche liberi, se la borsa è in nylon o cordura robusta; oppure in grossi contenitori in polistirolo espanso con adeguati fori di aerazione (attenzione alle fughe).
  • In inverno aggiungere una o più fonti di calore (come bottiglie di plastica con acqua calda ben separate dall’animale poiché potrebbe distruggere ogni cosa!).
  • Portare, se possibile, un campione di feci recente.

Serpenti di piccola tagliaVISITE11

  • Ricordare di portare il CITES.
  • Portare il paziente all’interno di un fauna box (accertarsi che non vi siano possibili vie di fuga).
  • Mettere quest’ultimo in una borsa robusta.
  • In inverno aggiungere una bottiglia di plastica con acqua calda ben chiusa, fissata in modo che non rotili e non schiacci il serpente.
  • Portare, se possibile, un campione di feci. Può essere conservato in frigo per diversi giorni.
  • Per nessun motivo non tenerli in mano in sala d’attesa, per rispetto verso gli altri clienti che possono essere spaventati.

Serpenti di media-grossa tagliavisite13

  • Ricordare di portare il CITES.
  • Portare l’animale all’interno di una federa di cotone pulita e ben chiusa con uno spago (chiudendola fare attenzione a non traumatizzare l’animale mentre tenta di uscire).
  • Mettere quindi la federa ben chiusa all’interno di una grande borsa in nylon o cordura (preferibilmente con un doppio fondo dove poter riporre, nella stagione fredda, due o più bottiglie in plastica contenenti acqua calda).
  • Per animali più lunghi di 2,5-3 metri impiegare contenitori in materiale plastico o cartone pesante facilmente richiudibili introducendovi adeguate fonti di calore (es. bottiglie piene di acqua calda).
  • Portare, se possibile, un campione di feci. Può essere conservato in frigo per diversi giorni.
  • Per nessun motivo non tenerli in mano in sala d’attesa, per rispetto verso gli altri clienti che possono essere spaventati.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.