Castelfranco V.to 0423-722094 | Casella d'Asolo 0423-950113

La cura delle orecchie

cura orecchieNel condotto uditivo dei cani vi sono ghiandole che producono cerume; in alcuni cani questa produzione di cerume può essere eccessiva (per un fatto costituzionale, o per problemi medici come ad esempio una forma allergica o un’infezione). Il cerume può rappresentare un terreno di coltura per batteri e lieviti, causando un’infezione dell’orecchio (otite). Per prevenire questo problema è utile eseguire di routine una pulizia della parte interna dell’orecchio, in modo da prevenire l’accumulo di cerume e contrastare l’accumulo di cerume. In molti cani il condotto uditivo resta naturalmente pulito, e non è necessario intervenire con la pulizia. Durante la visita, il veterinario controlla con l’otoscopio il condotto uditivo e fornisce indicazioni specifiche sulla necessità o meno di effettuare una pulizia.

In assenza di problemi specifici (infezioni, parassiti) è sufficiente utilizzare una volta alla settimana un buon prodotto ceruminolitico (in commercio ne esistono molte marche). Il prodotto va applicato nel condotto uditivo, che va quindi massaggiato delicatamente dall’esterno, in modo da distribuire bene il liquido. Non si devono mai introdurre bastoncini cotonati dentro le orecchie: si otterrebbe solo il risultato di spingere il cerume in profondità nell’orecchio e di irritare il condotto uditivo. Dopo l’applicazione del prodotto si può eventualmente ripulire la parte più esterna del condotto e il padiglione auricolare utilizzando un fazzoletto di carta o un po’ di cotone idrofilo. Se le orecchie sono particolarmente sporche la pulizia può essere ripetuta con maggiore frequenza.
Se abituato fin dai primi mesi di vita il cane si assoggetterà di buon grado alla pulizia delle orecchie.

In alcune razze, come i barboncini, nel condotto uditivo è presente una quantità eccessiva di pelo, che lo ostruisce, favorendo l’accumulo di cerume e quindi le otiti. In questo caso è preferibile togliere regolarmente il pelo, strappandolo alla radice poco alla volta. La prima volta è preferibile farsi mostrare dal veterinario come effettuare questa operazione.

Quando fate il bagno al cane evitate con cura di far entrare acqua nel condotto uditivo: può favorire l’insorgere di otiti. Potete proteggere le orecchie infilandovi un batuffolo di cotone, da togliere alla fine del bagno. È anche utile applicare subito dopo il bagno un prodotto per la pulizia delle orecchie, per l’effetto asciugante del condotto uditivo.

Se notate che il cane scuote la testa con insistenza o la tiene piegata di lato, manifesta dolore quando gli si toccano le orecchie o queste emettono un odore sgradevole, occorre farlo visitare senza indugio: potrebbe avere un corpo estraneo (ad esempio una spiga), un problema allergico o un’infezione.